I 10 fumetti italiani da portare nel 2017 – Come affrontare il Capodanno

Fumetti
Claudia Padalino

Dal 1988, appassionata di fumetto d'autore, non d'autore, graffiti e disegnini fatti mentre si telefona. Laureata in Editoria e comunicazione aziendale, collabora con alcuni festival pugliesi per la promozione e la diffusione del fumetto italiano. Il suo sogno: riuscire a portare come ospite in Italia Alan Moore.

Ci siamo: 31 dicembre, momento di bilanci (e bilance) annuali, preparazione al cotechino con le lenticchie e giocate a tombola, Risiko o Munchkin. In attesa di stappare lo spumante a mezzanotte, cosa c’è di meglio che leggersi un buon fumetto?  Chiudiamo il 2016 e apriamo il 2017 con la lista dei migliori fumetti che sono usciti durante l’anno.

1 – Da quassù la terra è bellissima (Bao Publishing)

toni

 

La graphic novel di Toni Bruno si è meritata il Premio Speciale della Giuria Gran Guinigi 2016, assegnato durante Lucca Comics&Games. Primo dei due titoli Bao irrinunciabili nella propria libreria, Bruno ci catapulta in un momento storico, quello della Guerra Fredda, senza abbandonare toni drammatici e umoristici.

L’astronauta Alan torna sulla Terra dopo il suo viaggio nello spazio, ma qualcosa non va in lui. Il ragazzo è psicologicamente scosso, l’unica soluzione pare trovarsi solo oltrepassando la cortina di ferro. Inizia così una storia incentrata su contrasti politici, introspezione ed effetti di un viaggio al di fuori dei confini umanamente conosciuti. Il tratto maturo e fedele al reale di Toni Bruno catapulta il lettore all’interno di una realtà storica, smuovendo la psicologia del protagonista e del lettore stesso contemporaneamente.

2 – Kobane Calling (Bao Publishing)

kobane_calling

Altro titolo Bao consigliato, dato anche il successo che questa graphic novel ha ottenuto in libreria durante l’anno. File e file di fan di Zerocalcare hanno riempito le librerie fino a notte fonda pur di ottenere un suo sketch.

Dopo le sue strisce su Wired e Best Movie, Zerocalcare racconta un evento socio-politico contemporaneo tramite il suo solito piglio, illustrando con maestria la lotta verso l’indipendenza della regione del Rojava. Il suo viaggio, documentato basandosi soprattutto dai ricordi, è un dialogo a tu per tu con il lettore, una sorta di raccolta di fotografie del “qui e ora” che narrano momenti storici che stiamo tuttora vivendo. In sostanza, è un punto di vista ovviamente di parte, che riesce a farti “esplodere” qualcosa dentro, lasciandoti il vuoto che solo tramite una partecipazione attiva puoi riuscire a colmare. Bello, devastante, avvolgente.

3 – La terra dei figli (Coconino Press)

gipi-la-terra-dei-figli-cover-jpg-ok-def

Ovviamente non si può tralasciare il big del fumetto in questa top 10 per il 2017. Nelle sue mastodontiche 288 pagine, Gipi ci porta in un mondo anfibio, galleggiante e distopico, dove gli anziani ancora ricordano cosa significasse all’epoca la normalità. I figli non hanno coscienza né tracce di quello che i loro vecchi raccontano, solo fantasmi distanti nel tempo. Punto di svolta nella narrazione dell’autore, la graphic novel è colma di cambiamenti: la storia è bianca e muta, speculare rispetto alla copertina. Gipi cambia tecnica, passando dall’acquerello che lo rende celebre alla china, particolarmente adatto negli scenari industriali alla fine del volume.

La graphic novel è stata presentata durante Lucca Comics&Games, ottenendo grande successo.

4 – Palla (Hollow Press)

cover_palla_ita

Bellezza. Si scende nel mondo underground per trovare il tratto di Paolo Bacilieri nel riadattamento di una sua vecchia storia. Fabrizio è un ragazzo che accidentalmente fora la ruota della sua Saab 900: questo imprevisto lo farà imbattere in una palla rosa parlante, dalla voce femminile dolce. La porta via con sé e inizia un rapporto morboso del ragazzo con la palla. Non c’è vergogna nel rappresentare la sporcizia e le nudità nel rapporto di entrambi, così come non c’è vergogna nel rappresentare un Gesù nudo e ricoperto dalle piaghe. L’erotismo alla Charles Burnes accompagna il tratto di un Bacilieri evoluto, con richiami all’arte di Magnus.

5 – Cosplay Killer (Edizioni Inkiostro)

Graphic Novelink 1 b BIANCA

La molto decantata casa editrice abruzzese non sbaglia un colpo, tant’è che in lista metterei tutti i suoi titoli. Scelgo Cosplay Killer in quanto volume autoconclusivo e dalla tematica interessante: chi odia i cosplayer? Il titolo è tutto un programma: molti cosplayer sono stati fatti fuori da un individuo misterioso. Chi è? Perché lo fa? Un fumetto a quattro mani (Maurizio Ricci, Luca Blengino, Alessandro Germani, Antonello Cosentino) corredato dalla cover firmata da Mirka Andolfo. Una crociata a favore del purismo da leggere e goderne.

6 – The Professor (Erredì Grafiche Editoriali)

cover-numero-zero-the-professor

 

La serie horror-gotica che strizza l’occhio a Penny Dreadful è molto promettente. Il protagonista, il dottor Benjamin Love, si ritrova interconnesso all’interno di realtà realmente esistite, incrociate con elementi di fantasia e letteratura. L’idea nasce da Andrea Corbetta e viene sviluppata da vari autori nel corso della serie (tra questi citiamo Paolo D’Antonio e Giancarlo Marzano). Come rinunciare a questo mystery dal sapore ottocentesco?

7 – PK Saga – Cronaca di un ritorno (Panini Comics)

pkchrono-cover-1

Torna PK in grandissima forma, con una saga da 4 puntate pubblicate su Topolino n° 3181, 3183, 3184, 3185. La Terra è in preda a una velocissima glaciazione: cosa sta succedendo al Sole? PK cercherà di risolvere il mistero alleandosi nientepopòdimeno che con… gli Evroniani! La coppia Claudio Sciarrone – Alessandro Sisti torna a lavorare su PK insieme all’artista Max Monteduro, regalando una quadrilogia mozzafiato e degna erede del famoso custode della Ducklair Tower. Ricordiamo che è possibile recuperare i vecchi numeri di Topolino anche in fumetteria.

8 – Contronatura (Panini Comics)

contronatura

L’ormai internazionale Mirka Andolfo fa il botto con questa serie a colori dalla copertina cartonata. In un mondo popolato da animali antropomorfi, viene considerato contro natura l’accoppiamento tra specie diverse. Eppure la maialina Leslie sogna continuamente un incantevole e seducente lupo bianco… Chi è? Cosa nasconderà mai questo amore proibito? Si toccano argomenti delicati, come l’amore omosessuale e il diritto di essere liberi di scegliere chi amare in libertà. Il tutto accompagnato da un mistero che avvolge Leslie, braccata da un gruppo di misteriosi figuri.

9 – Dylan Dog 361 – Dopo un lungo silenzio (Sergio Bonelli Editore)

191104933-b031e80d-6613-472a-889e-ebbf6a53543e

Il ritorno alla sceneggiatura di Tiziano Sclavi è stato accolto in grande stile dal pubblico, anticipando la nuova serie che uscirà nel 2017. In coppia con Giampiero Casertano, il papà di Dylan Dog è tornato con un’edizione da edicola e due edizioni da edicola, tutte eleganti e speculari. La copertina dell’edizione da edicola, completamente bianca, permette di personalizzare ogni albo grazie agli sketch dei vari autori. Le edizioni da libreria si dividono in due tipi: quello con la copertina nera e lo speciale, autografato dai due autori.
L’albo affronta uno dei tabù di Dylan Dog: l’alcool e la ricaduta nel vizio, punto in comune che il personaggio ha con il suo creatore. Albo unico, irrinunciabile per i veri collezionisti.

10 – We are the champions (Rizzoli Lizard)

champions0-1

Il disegnatore più conosciuto della scena indie Tuono Pettinato e il conosciutissimo youtuber Dario Moccia si sono ritrovati su un terreno comune per narrare, in maniera dolce e folle, la vita del frontman dei Queen. Un racconto che si snoda in una vita di eccessi, di canzoni rock e strappalacrime e della magia della musica. Chi meglio di due fan accaniti per narrare le gesta di Freddie Mercury?

Menzione Speciale: Volt – Che vita di mecha (Saldapress)

volt

Ancora non è uscito, ma segnatevelo: gennaio 2017, non perdetevi il robottino fumettista più esilarante di sempre! Grazie a Volt entreremo nel magico mondo della fumetteria e dei suoi maledetti utenti! The Sparker preannuncia qualcosa di esilarante, mischiando nostalgia e realtà nel mondo dei fumetti. DA NON PERDERE!

Altri articoli in Fumetti

blues sergio toppi nicola pesce editore

In arrivo Blues di Sergio Toppi: la prefazione sarà firmata da Igort

Claudia Padalino22 febbraio 2017

Paperino e gli Amazing Files – Missione compiuta per gli autori

Andrea Prosperi22 febbraio 2017

Nasce Bonelli Kids, una nuova serie a strisce creata da Sergio Bonelli Editore

Claudia Padalino22 febbraio 2017

Superman Unchained – La Recensione (No Spoiler)

Andrea Prosperi22 febbraio 2017
igort coconino press

Igort lascia la casa editrice Coconino Press

Claudia Padalino21 febbraio 2017

It Comics: tutte le novità annunciate per il Cartoomics 2017

Angelo Tartarella21 febbraio 2017