La ragazza del treno – recensione del film con Emily Blunt

Cinema
Roberta Galluzzo

Sì è laureata in filosofia all'università di Salerno. Artista marziale di Wushu Kung Fu da 5 anni. Cinema, fumetti e videogiochi sono da sempre una sua passione irrinunciabile.

La ragazza del treno (The Girl on the Train) è un film di genere thriller uscito nelle sale italiane il 3 novembre 2016. La pellicola è basata sull’omonimo best seller scritto da Paula Hawkins, ed ha per interpreti principali: Emily Blunt (Il cacciatore e la regina di ghiaccio), Luke Evans (Dracula Untold), Haley Bennett (I magnifici 7), Rebecca Ferguson (Hercules – il guerriero), Allison Janney (American Beauty) e Justin Theroux (Zoolander 2) .

La trama viene narrata da tre punti di vista di tre donne diverse: Rachel, Megan e Anna. La prima e principale protagonista è Rachel, una giovane donna che dopo un divorzio difficile, distrutta dall’abbandono del marito e dall’impossibilità di avere dei figli  si è data all’alcolismo finendo anche per perdere anche il lavoro. Tuttavia Rachel continua ogni mattina a prendere il treno dei pendolari come se ancora dovesse recarsi in ufficio, e guardando fuori dal finestrino osserva e fantastica sulle cose e le persone che vede. Oltre alla sua vecchia casa, dove il suo ex marito vive con la nuova moglie (Anna) e la figlia, l’attenzione della protagonista si fissa soprattutto su una coppia sposata che rappresenta per lei l’ideale perfetto della famiglia che avrebbe voluto per sè. Un mattino, però, Rachel dal treno vede la donna sconosciuta (Megan) assieme a un altro uomo. Il giorno seguente si risveglia con i pesanti postumi dell’alcool, e scopre inorridita che la donna che aveva visto è scomparsa nel nulla. Rachel non ricorda assolutamente nulla della sera precedente, ma è decisa a scoprire la verità e inizia ad indagare finendo per portare alla luce un segreto sconcertante.

ragazza-1

Oltre alla trama, solo apparentemente scontata, ma ricca di sorprese, Emily Blunt è  senza dubbio la ragione principale per vedere e apprezzare questo film. L’a
ttrice si dimostra in grado di portare nella propria recitazione l’incarnazione perfetta dell’angoscia e lo stato confusionale in cui si trova la protagonista: una donna che non trova un senso a niente, nemmeno a se stessa.

La ragazza del treno è un film sull’importanza dei ricordi, sul restare legati al proprio passato ma allo stesso tempo con la promessa ad andare avanti e curare, in qualche modo, le proprie ferite. Risulta improbabile che l’introspezione di un romanzo possa essere eguagliata dalla sua trasposizione sullo schermo, e soprattutto essendo un’opera corale non arriva, come film, a rendere alla pari tutti e tre i narratori ma solo uno: quello della Blunt, su cui si regge, a dirla tutta, l’intera trama.

treno

Il film è diretto da Tate Taylor, che aveva già guidato all’esordio una giovanissima Jennifer Lawrence nel film Un gelido inverno. Il regista si rivela ancora una volta in grado di ricondurre sullo schermo quelle atmosfere fredde e silenziose che donano l’aura di mistero ai gialli cinematografici. Narrativamente, l’indagine sulla scomparsa di Megan è raccontata con continui salti temporali e cambi di punti di vista tra lei, Anna e Rachel. Questa dinamicità aiuta a rendere il film scorrevole e godibile.

Al box office italiano dello scorso weekend La ragazza del treno ha detenuto il primato. Entra direttamente al secondo posto la commedia demenziale Masterminds – I geni della truffa, mentre è slittato in terza posizione il cinecomic Doctor Strange con Benedict Cumberbatch. Un esito che non riflette l’entusiasmo internazionale ma rende l’idea che in Italia il giallo è ancora un genere fortemente apprezzato.

La ragazza del treno

La ragazza del treno
7.4

Trama

7/10

    Interpretazione

    9/10

      Fotografia

      7/10

        Regia

        7/10

          Coinvolgimento

          7/10

            Pros

            • Trama interessante
            • Protagonista non banale
            • Dialoghi intensi
            • Colpo di scena intrigante

            Cons

            • Disattenzione per i personaggi secondari
            • Mancanza di una vera colonna sonora
            • Conclusione abbastanza deducibile
            Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

            Altri articoli in Cinema

            Power Rangers: ecco i nuovi poster dei personaggi principali!

            Claudia Padalino24 febbraio 2017
            Fast & Furious 8

            Fast & Furious 8: online il trailer internazionale

            Alessandro d'Amito24 febbraio 2017

            NerdPlanet.it cerca nuovi redattori e newser per la sezione Cinema & Serie TV

            Alessandro Niro24 febbraio 2017
            Nightwing

            Nightwing – Warner Bros sta lavorando al film col regista di LEGO Batman

            Alessandro d'Amito24 febbraio 2017

            Fairy Tail: Dragon Cry, rivelata la data d’uscita del film

            Giuseppe Barbieri23 febbraio 2017

            Doom ed Alien Trilogy: una fusione grazie ad una futura mod

            Marco Pasqualini23 febbraio 2017