Pokémon GO frutta circa 6.5 milioni al giorno

News
Davide Montalto

Davide nasce a Trapani nel luglio del 1995, all’età di 5 anni si trasferisce a Brescia dove vive tutt’ora. Fin da piccolo è appassionato di videogames e serie TV/film, la prima console è stato lo storico nintendo DS Lite, che conserva ancora gelosamente. Dai 15 anni si avvicina al mondo delle serie TV, usando il tempo libero disponibile per l’infinito recupero delle puntate. Da qualche anno si è avvicinato al mondo della MARVEL [..]

E’ indiscusso come Pokémon GO, già prima della sua uscita ufficiale, sia diventato un titolo per mobile dei più attesi, basta soltanto guardare quante notizie vi sono a riguardo o, quanti utenti ne parlano e giocano, finendo per notare le orde di persone di tutte le età che girano per le città con i propri smartphone in mano.

Secondo alcuni dati raccolti dagli analisti di SurveyMonkey, il gioco Nintendo e Niantic ha davvero fatto bingo. In particolare due numeri spiccano all’occhio:

  1. persone su 10 ha rigiocato a Pokemon GO il giorno successivo alla sua prova
  2. In media ogni utente spende circa 0.25 dollari al giorno sul gioco, visti i 26 milioni di giocatori, Pokémon GO frutta qualcosa come 6.5 milioni di dollari in sole 24 ore, battendo perfino Candy Crush.
Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli in News

Shovel Knight: Treasure Trove

Shovel Knight – confermato al lancio di Nintendo Switch

Alessandro d'Amito25 febbraio 2017
Nindies Showcase

Nindies Showcase – presentazione dei titoli indie per Nintendo Switch

Alessandro d'Amito25 febbraio 2017
Shenmue

[RUMOR] Shenmue I e II, possibile Remastered in corso?

Giuseppe Barbieri25 febbraio 2017
Overwatch GOTY DICE

Overwatch vince il D.I.C.E game of the year

Alessandro d'Amito25 febbraio 2017
Undead Labs

Undead Labs: pubblicato un nuovo concept Art per State of Decay 2

Giuseppe Barbieri25 febbraio 2017
Milione

Nioh ha raggiunto la quota di un Milione di vendite

Giuseppe Barbieri25 febbraio 2017