Pokémon GO: viaggiare per completare il pokédex

News
Emanuele Greco

Nato a Palermo non troppo tempo fa, si approccia al mondo del gaming alla tenera età di 6 anni con una PSP, espandendo a dismisura la sua passione negli anni successivi. Ama tutti gli FPS e Free Roaming di ogni genere, tranne giochi sportivi e giochi simulativi. Crescendo sviluppa anche una passione per la tecnologia, riuscendo a soli 8 anni l’impresa di Jailbreak del suo iPhone 3GS. Da allora [..]

Secondo quanto emerso dal noto sito Serebii, per completare il pokédex di Pokémon GO, sembra essere necessario viaggiare anche in altri paesi.

Alcuni pokémon, infatti, potranno essere catturati solo in alcuni dei contenenti. Ecco alcuni esempi:

  • Europa: Mr Mime;
  • Giappone: Farfetch’d;
  • Nord America: Tauros;
  • Australia: Kangaskhan.

Per completare il pokédex, quindi, un allenatore dovrebbe investire non pochi soldi per viaggiare e trovare i pokémon non presenti nel suo paese.

Inoltre, ovviamente, non basterà prendere l’aereo per trovare il pokémon. Sarà necessario andare a caccia di quest’ultimo, così come fareste per tutti gli altri nel vostro paese. L’impresa sembrerebbe dunque difficile, anzi impossibile ma, essendo scattata la Pokémon GO-mania, non resta che aspettare per sapere chi riuscirà per primo a completare il pokédex.

Altri articoli in News

Switch: riscontrato qualche problema con il D-Pad del Pro Controller

Antonio Salvatore Bosco26 marzo 2017

Nintendo Switch: Nintendo prevede di vendere 110 milioni di unità

Davide Falco26 marzo 2017
Andrzej Sapkowski parla di The Witcher

Andrzej Sapkowski si esprime sui giochi di The Witcher e sul futuro film

Alessandro d'Amito25 marzo 2017

Blizzard cambia il nome alla sua Battle.net lasciando invariati i servizi

Alessandro d'Amito25 marzo 2017
Outlast 2

Outlast 2 – Non sarà più vietata la pubblicazione in Australia

Giuseppe Barbieri24 marzo 2017
Resident Evil Code: Veronica

[RUMOR] Resident Evil Code: Veronica, possibile sbarco su Playstation 4 e Xbox One?

Giuseppe Barbieri24 marzo 2017