Star Wars: X-Wing – Recensione

BDQ: Boardgames di Qualità
Stefano Zappa

Stefano, classe 1984, è da sempre appassionato di romanzi fantasy, tra cui le opere del maestro Tolkien e George R. R. Martin. Scopre al liceo i wargame targati Games Workshop e inizia a dipingere miniature, arrivando ad ottenere diversi lavori su commissione. [..]

Star Wars: X-Wing è un titolo di Steven Kimball, James Kniffen, Corey Konieczka, Jason Little, Brady Sadler e Adam Sadler del 2012. È disponibile in lingua italiana grazie a Giochi Uniti.

Il brand di Star Wars non ha bisogno di presentazioni. Il gioco permette di affrontare gli scontri tra le più famose navette spaziali della saga: gli X-Wing da cui prende il nome il gioco e i Tie Fighters.

  • Giocatori: da 2 a 4
  • Durata: 30-45 minuti
  • Età consigliata: dai 14 anni in su
  • Prezzo: 39,90€

COMPONENTI

Trattandosi di un gioco di miniature, in Star Wars: X-Wing troviamo 3 stupendi modelli di astronavi già dipinte. Si tratta di un X-Wing e due Tie Fighters con le classiche colorazioni. Tra i materiali troviamo dischi per le manovre dei caccia, schede astronave con le rispettive caratteristiche da inserire nelle basette e misuratori per le manovre. Completano la componentistica 6 dadi per gli scontri (verdi e rossi per difesa e attacco) e un set di numerose carte suddivise in carte danno, carte upgrade e carte pilota.

 

IL GIOCO IN BREVE

Il regolamento di gioco è diviso in base e avanzato. Star Wars: X-Wing dà il meglio di sé con quello avanzato, ma le regole base sono utili per il primo approccio al gioco.

Dopo aver scelto le navette coi rispettivi piloti e upgrade si inizia la partita. Il turno è suddiviso in 4 fasi:

  • Pianificazione: i giocatori in contemporanea scelgono in segreto una manovra per ogni nave tramite i dischi manovra.
  • Attivazione: si rivelano e si eseguono le manovre di movimento. L’ordine di gioco è dato dall’abilità dei piloti col più abile che muoverà per ultimo. Viene poi assegnata un’azione ad ogni pilota da utilizzare in combattimento.
  • Combattimento: se si hanno astronavi avversarie nell’arco di vista si può effettuare un attacco tirando tanti dadi rossi quanto è il valore di attacco dell’arma utilizzata. Il difensore usa i dadi verdi in base al valore di agilità. I colpi che superano il valore di agilità causano un danno. Quando i danni superano il valore dello scafo, la nave sarà distrutta.
  • Fase Finale: vengono rimosse le navi distrutte e i segnalini azione.

Vince la partita chi elimina per primo l’avversario o raggiunge l’obiettivo della missione.

Nelle regole avanzate vengono introdotti diversi nuovi elementi come i danni speciali e lo stress del pilota se esegue manovre difficili. Inoltre le astronavi possono essere personalizzate con upgrade e nuove armi, ognuna con le proprie caratteristiche.

Tutte le astronavi e gli upgrade hanno un costo in punti. Ciò permette, scegliendo un punteggio iniziale uguale per tutti i giocatori, di creare il proprio squadrone personalizzato con le numerose espansioni.

COMMENTI

 Star Wars: X-Wing è un must-have per tutti gli appassionati della saga. Il gioco è semplice ma allo stesso tempo molto tattico. Le miniature predipinte delle astronavi presentano ottimi dettagli e sono stupende da vedere sul tavolo da gioco. Non esistono tempi morti e la possibilità di avere missioni a obiettivo oltre alla semplice distruzione dell’avversario dona al gioco una certa varietà. L’unica pecca è data dalle navi del set base: dopo poche partite di apprendimento risulteranno assolutamente insufficienti per godere appieno delle potenzialità del titolo. L’acquisto delle espansioni diventa quindi essenziale, con conseguente aumento della spesa.

ESPANSIONI

Come sottolineato nei commenti, il gioco dà il meglio di sé grazie alle espansioni. Si tratta di astronavi singole o set con 2 navette, ognuna con le proprie carte e i relativi materiali. Le principali espansioni vengono rilasciate a ondate ma sono acquistabili singolarmente. Al momento le waves rilasciate sono circa una decina, ognuna con 4/5 nuove astronavi. Tra le più importanti abbiamo: X-Wing, Tie Fighters, Y-Wing, Tie Advanced, Millenium Falcon, Slave I, A-Wing, Tie Interceptor, B-Wing, Tie Bomber, Shuttle Lambda, corvetta C90, trasporto GR-75.

Per rendere il tutto più coinvolgente sono inoltre in vendita dei tappetini a tema spaziale da utilizzare come superficie di gioco.

Una menzione a parte merita il gioco Star Wars X-Wing: Il Risveglio della Forza. Non si tratta di un’espansione, ma di un nuovo set base che include navi dell’Episodio VII della saga. È importante sottolineare che il regolamento nella scatola include tutte le regole aggiuntive introdotte fino ad ora con le espansioni del primo set base.

Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli in BDQ: Boardgames di Qualità

Jamaica – Recensione

Stefano Zappa15 novembre 2016

Dungeons and Dragons: il gioco di ruolo entra nella Toy Hall of Fame

Angelo Tartarella13 novembre 2016

Jungle Speed – Recensione

Stefano Zappa1 novembre 2016

Cosmic Encounter – Recensione

Stefano Zappa25 ottobre 2016

Il Trono Di Spade – Recensione

Stefano Zappa18 ottobre 2016

Takenoko – Recensione

Stefano Zappa11 ottobre 2016