Un “X-Force” da non sottovalutare! – Il gruppo mutante para-militare compie 25 anni.

Fumetti
Giulia Fiori

Mi chiamo Giulia Fiori, sono una ragazza di appena 20 anni, nata ad ancona nel maggio del 1996. Fin da bambina ho avuto una passione sfrenata per gli anime e i manga, scaturita grazie ai mitici cartoni trasmessi il pomeriggio su Italia1. le serie che preferisco e che non smetterò mai di vedere e rivedere sono: Yu-gi-oh; Hunter x Hunter; Drago ball e Ranma 1/2. Negli ultimi anni ho cominciato [..]

Precisamente 25 anni fa, la Marvel Comics ha debuttato un nuovo titolo del mutante chiamato “X-Force”. Il primo numero, di Rob Liefeld e Fabian Nicieza, ha venduto cinque milioni di copie, fatturando la più alta vendita individuale di fumetti di tutti i tempi! (superato solo col debutto di “X-Man” vol.1, di Chris Claremont, Jim Lee e Scott Williams).

Ancor prima di compiere la maggiore età, Liefeld esordì nel campo dei fumetti nell’estate del 1988, grazie alla miniserie “Hawk and Dove” della DC Comics, assieme agli scrittori Barbara Kesel e Karl Kesel, quest’ultimo lo aiutava anche ad inchiostrare le tavole.

Sin da subito Liefeld si dimostrò un talentuoso artista, non fece neanche in tempo a finire la serie che venne contattato da Bob Harras, il  direttore di linea della testata X-Man. Harras diede rapidamente a Liefeld il suo primo incarico Marvel – Come disegnatore del vol.40 di “X-Factor”, scritto da Louise Simonson e inchiostrato da Al Milgrom. Successivamente Liefeld ricevette l’incarico come disegnatore di “Uncanny X-Man” vol.245, un’affascinate parodia della serie DC Comics “Invasion” dello scrittore Chris Claremont, e lavorò al crossover “Atlantis Attacks”“New Mutants Annual”.

Mentre la sua carriera da fumettista si stava avviando, Liefeld chiese di lavorare come disegnatore per la ristampa di “Alpha Flight”, (fumetto di cui era un grande fan) ma la Marvel, riluttante, bocciò la proposta dell’artista che rimase a lavorare nel X-Force.

“Sapete, prima che mi commissionassero ‘New Mutants’, ero alla ricerca di un fumetto dove avrei potuto esprimere tutto me stesso. Appena sono venuto a conoscenza che la Marvel era alla ricerca di un team per la ristampa di uno dei miei fumetti preferiti ‘Alpha Flight’ ho subito fatto richiesta. Il personaggio Cable introdotto come soldato nel passato di Wolverine, avrebbe dovuto far parte dell’attuale team Alpha Flight; l’editore Danny Fingheroth desiderava che collaborassi per la serie, ma la Marvel non me lo permise” dichiarò Liefeld in un’intervista con Rich Johnston qualche anno fa.

Aggiungi un commento all'articolo! Clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli in Fumetti

blues sergio toppi nicola pesce editore

In arrivo Blues di Sergio Toppi: la prefazione sarà firmata da Igort

Claudia Padalino22 febbraio 2017

Paperino e gli Amazing Files – Missione compiuta per gli autori

Andrea Prosperi22 febbraio 2017

Nasce Bonelli Kids, una nuova serie a strisce creata da Sergio Bonelli Editore

Claudia Padalino22 febbraio 2017

Superman Unchained – La Recensione (No Spoiler)

Andrea Prosperi22 febbraio 2017
igort coconino press

Igort lascia la casa editrice Coconino Press

Claudia Padalino21 febbraio 2017

It Comics: tutte le novità annunciate per il Cartoomics 2017

Angelo Tartarella21 febbraio 2017